Progetto “Orme Oltre Le Mura”

LA STORIA

Dal 2013 presso la Casa Circondariale di Montorio (VR) è operativo un Progetto di Interventi Assistiti con gli Animali (IAA – Pet Therapy) denominato ORME OLTRE LE MURA (OOLM)
Fino al 2015 settimanalmente si svolgevano attività assistite con i cani (Pet Therapy) con finalità riabilitative e rieducative, svolte da personale formato negli IAA e dedicate a gruppi di detenuti e detenute. Grazie ai risultati positivi ottenuti successivamente furono adottati due cani, Floppy e Toby, provenienti dal canile sanitario dell’ULSS9 di Verona e  considerati non adottabili, garantendo una presenza costante di cani all’interno della casa circondariale.
Per questi due cani, e con l’idea di accogliere altri cani randagi, sono state costruiti i primi box in un’area verde situata nel cuore del carcere. I detenuti coinvolti nel progetto oltre a svolgere quindi attività formative con cani esterni avevano la possibilità di prendersi cura dei cani residenti.

Il progetto si è rivelato un successo e nel 2018 si è deciso di dedicare parte del canile costruito per accogliere cani abbandonati ad una PENSIONE PER CANI, usufruibile dai privati cittadini.

Nel 2021 c’è stata un’ulteriore evoluzione.
Da un punto di vista strutturale sono stati migliorati e ampliati gli spazi dedicati alla pensione e da un punto di vista organizzativo il progetto lavorativo per i detenuti è stato affidato alla Cooperativa Sociale La Città degli Asini – Verona: la scelta è stata motivata dal fatto che l’esperienza ha mostrato che per gestire adeguatamente una pensione per cani è necessaria la presenza quotidiana di operatori formati e validi e della supervisione costante di operatori esterni.

OBIETTIVI DEL PROGETTO

Il progetto ORME OLTRE LE MURA ha una doppia finalità.

  • Obiettivo rieducativo/trattamentale

Questo ambito del progetto è rivolto a detenuti che, per motivi sanitari e detentivi, non possono accedere a misure alternative che permettano loro di accedere all’estero e con il mondo del lavoro esterno.
L’obiettivo rieducativo è quello di promuovere un miglioramento della resilienza e delle conseguenti condizioni psico-fisiche dei detenuti coinvolti.
Inoltre il progetto potrà:

– conferire competenze ed esperienza pratica professionale, per facilitare una riammissione futura nel mondo del lavoro anche attraverso corsi di formazione specifici.
– facilitare l’acquisizione di regole e modelli di comportamento sociale, e dell’assunzione delle responsabilità attraverso la cooperazione, la condivisione delle esperienze, la suddivisione delle attività e l’accettazione dei ruoli con i relativi limiti e possibilità di azione.

L’obiettivo è monitorato dall’equipe multidisciplinare della Cooperativa e dal personale educativo e psicologico della Casa Circondariale

  • Obiettivo lavoro-impresa sociale

Questo ambito del Progetto OOLM comprende la Pensione per cani OOLM e mira a costituirsi come Progetto lavoro all’interno dell’organizzazione della Cooperativa La Città degli Asini. Le finalità di lavoro/guadagno coincidono con  la finalità di utilità sociale che vuole essere raggiunta: infatti l’inserimento lavorativo di uno o più  detenuti come dipendenti della Cooperativa Città degli Asini, promotrice del Progetto, risultano essere l’obiettivo principale nella piena consapevolezza che il lavoro è riscatto sociale e umano. Il lavoro a contatto con gli animali può essere svolto sia nella Pensione interna al carcere che presso i Centri per gli Interventi Assistiti con gli animali esterni e gestiti dalla Città degli asini.

Parte di questo ambito è anche il Dog Park ” Orme Oltre le Mura”, servizio di dogsitting per i visitatori che potranno lasciare il loro amico a 4 zampe durante la visita al Parco Natura Viva di Bussolengo (Verona)

Tutti i detenuti per accedere al Progetto OOLM e ai Programmi “Pensione per cani” e “Dog Park” devono aver superato il Corso di Formazione per Operatori di canile.

Menu