Le attività educative con gli animali nell’ambito delle scuole primarie e secondarie rappresentano degli interventi di “educazione e rieducazione” alla Relazione finalizzate a promuovere condizioni di benessere nei ragazzi.

Il rapporto con gli animali rappresenta una opportunità, una strada privilegiata per ottenere risultati sul piano della comunicazione verbale, emotiva ed empatica. Gli animali, con le loro caratteristiche etologiche, fisiche, comportamentali e simboliche rappresentano potenzialmente un facilitatore alla Relazione. La comunicazione non verbale diventa il canale preferenziale che rende possibile l’espressione, in modo graduale, più intima di sé.

Per le scuole proponiamo Percorsi personalizzati nel quale gli alunni possono sperimentarsi e lavorare sulle dinamiche di gruppo,il riconoscimento delle emozioni proprie e altrui, il rispetto delle regole, l’autostima, lo sviluppo delle autonomie, l’avere cura e riguardo degli altri e del mondo.

Per i ragazzi, progettiamo:

  • percorsi di educazione socio-affettiva e alla diversità per imparare a conoscersi insieme agli altri.
  • percorsi di riconoscimento, integrazione e valorizzazione della diversità culturale.
  • laboratori artistico- espressivi per stimolare le potenzialità creative.
  • percorsi di prevenzione e sensibilizzazione alle tematiche inerenti il maltrattamento e l’abuso.
  • percorsi per promuovere le abilità sociali, favorire un clima di gruppo positivo, prevenire e/o intervenire su situazioni di bullismo e leadership negativa.
  • percorsi di educazione sessuale ed affettiva per accompagnare i ragazzi nel processo d’integrazione armonica tra il “sé” e un corpo che cambia.
  • interventi di informazione e sensibilizzazione sui fattori di rischio per lo sviluppo dei disturbi del comportamento alimentare.
  • interventi di informazione e prevenzione sull’uso e abuso di sostanze stupefacenti e alcool.

Per gli insegnanti, proponiamo:

  • percorsi formativi per facilitare l’integrazione culturale nel gruppo classe.
  • percorsi di formazione per affrontare le situazioni di bullismo e prevaricazione dentro e fuori la classe.
  • percorsi di formazione sui comportamenti a rischio nella prima adolescenza: assunzione di sostanze stupefacenti, disturbi del comportamento alimentare, condotte sessuali a rischio.
  • percorsi di intervento per affrontare in classe situazioni familiari non tradizionali (adozioni, affido, separazioni, famiglie ricostituite…).
  • percorsi di prevenzione e sensibilizzazione alle tematiche inerenti il maltrattamento e l’abuso.
  • percorsi di educazione socio-affettiva e alla diversità per promuovere la conoscenza di sé nella relazione con gli altri e favorire il ben-essere nel gruppo classe.